La Maratona di Valencia

 

Quest’anno l’appuntamento di Corriamo Per con la solidarietà è per domenica 01 Dicembre 2019 con la Maratona di VALENCIA (ESP).

La storia della maratona  comincia con la cosiddetta Maratona Popolare di Valencia, la cui prima edizione fu organizzata il 29 marzo 1981. A questo primo evento seguirono negli anni altre 29 edizioni, arrivando così alla trentesima nel 2010. Questa storia è legata a doppio filo alla Sociedad Deportiva Correcaminos, uno dei primi club sportivi che si dedicarono all’atletica amatoriale alla fine degli anni ’70.

All’inizio, quando questo progetto cominciò, non era molto diverso da tutti gli altri che si stavano strutturando nello stesso periodo a livello mondiale; giusto a titolo di aneddoto, la Maratona di Valencia nacque esattamente nello stesso giorno e nello stesso anno della Maratona di Londra, e cioè il 29 marzo del 1981. Prima di questa data, poche competizioni sono riuscite ad eguagliare i suoi numeri. Lungo tutti questi 30 anni, i percorsi di questa mitica gara sono cambiati nello stesso modo in cui è accaduto per le nazionalità dei suoi vincitori e delle sue vincitrici.

Il Paseo de la Alameda vide nascere sia la prima che la trentesima edizione della maratona; i percorsi cambiarono progressivamente negli anni per cercare il tracciato migliore; quest’ultimo aggettivo si presta a interpretazioni molto diverse, perché si tratta da un lato di migliorare gli aspetti tecnici, dall’altro di avvicinare i corridori al pubblico. I vincitori sono stati di moltissime nazionalità diverse, però la memoria è selettiva e Vincente Antón e Elisenda Pucurull resteranno per sempre nella mente e nel cuore degli appassionati.

La 31ª edizione tenne poi a battesimo il nuovo progetto della Maratona di Valencia, di fronte al quale Correcaminos si trovava di fronte ad un dubbio amletico: essere o non essere, ovvero continuare tranquillamente ad organizzare semplici maratone di secondo livello, oppure lottare contro ogni tipo di difficoltà accettando l’offerta del Comune di Valencia per lavorare insieme e fare della corsa una competizione di prestigio internazionale, che possa restare negli annali dello sport. La decisione che fu presa è ormai nota a tutti: ora, solo il tempo potrà scrivere la sua sentenza, e noi tutti dobbiamo restare uniti affinché sia favorevole.