Perché corriamo la Maratona

Maratona-Verdi-Radici

La corsa è un’attività fisica da sempre praticata dall’uomo ed è l’attività sulla quale si basa la stragrande maggioranza delle altre discipline sportive. La corsa è democratica ed economica: tutti possono affrontarla, anche se commisurata al proprio stato fisico e alla propria salute.

La Maratona è il punto più alto di questo sport ed è la gara su strada più nota e lunga.

Chi non ha mai sfiorato l’idea, almeno una volta nella vita, di sfidare le leggi della natura e provare a correre ininterrottamente per 42 km e 195 mt? E’ proprio così: sfidare le leggi della natura, perché l’organismo umano non è predisposto per coprire una distanza così lunga.

E’ una gara leggendaria che conserva il suo fascino principalmente perché la sua origine sconfina nel mito. Racconta Erodoto che nel 490 a.C., l’esercito ateniese e quello persiano si scontrarono al largo di Maratona, piccola città costiera.  Non era una guerra come le altre: Atene era già una democrazia, mentre la Persia era una dittatura. Lo scontro quindi fra un popolo libero e un popolo sottomesso. Quando l’esercito greco ebbe la meglio, i generali vollero dare prima possibile la notizia della vittoria. Fra i militari, esistevano a quel tempo figure che avevano il compito di far circolare le notizie e gli ordini all’interno dell’esercito o tra l’esercito ed i vertici politici, gli “ermodromi”. Filippide era uno di questi. Conscio di avere l’onore di portare la notizia della vittoria greca, coprì la distanza da Maratona ad Atene, circa 40km, con una tale foga che, appena giunto in città, ebbe solo la forza di gridare “Abbiamo vinto!!” prima di crollare stremato al suolo privo di vita.

Da quel giorno, i Giochi Olimpici greci celebrarono la vittoria e il sacrificio di Filippide facendo correre una gara di resistenza su una lunga distanza e questa gara tradizionale così piena di valori è stata ripresa in età contemporanea in occasione delle prime Olimpiadi del 1896.

Nell’epoca moderna, la Maratona di New York è la più famosa e partecipata al mondo, con i suoi oltre 50.000 partecipanti ogni anno. Il suo percorso si snoda attraverso i cinque grandi distretti di New York City e fa parte delle World Marathon Majors.

La corsa è organizzata dal NYRR (New York Road Runners) e si corre dal 1970. L’evento si tiene ogni prima domenica di novembre e attrae sia atleti professionisti che amatoriali, provenienti da tutto il mondo.

La corsa è stata vinta da un italiano solo in 4 edizioni: 1984 e 1985 Orlando Pizzolato; 1986 Gianni Poli e 1996 Giacomo Leone.